Cambia paese
Close
Non ci sono articoli nel tuo carrello
Cerca
Filters

La Polo, un capo che ha fatto la storia della moda Uomo

La Polo, un capo che ha fatto la storia della moda Uomo

Le origini della Polo: curiosità

La polo è nata come abbigliamento funzionale specifico per lo sport omonimo. Infatti veniva indossata dai giocatori perché simile a una camicia ma più comoda e semplice da abbottonare. La sua invenzione è stata legata allo sviluppo di un'idea di vita salutista alla fine dell'Ottocento, che vedeva la pratica di sport di vario genere (polo, caccia, pesca e successivamente tennis e golf) come attività all'aria aperta per gli uomini della borghesia. Infatti fino agli inizi del Novecento, si giocava a polo e a tennis in camicia a maniche lunghe, capo di abbigliamento poco pratico e confortevole. La polo, invece, presenta un colletto con 2-3 bottoni e quindi è molto più semplice da indossare. Si ricorda che originariamente le polo avevano colletti molto lunghi, perciò, per rendere i capi più comodi, vennero applicati dei bottoncini laterali per tenerne ferme le punte. Da qui nacquero le camice button down.

Lacoste e l'influenza sul mondo della moda

Il passaggio della polo da capo di abbigliamento sportivo a icona fashion avvenne grazie al tennista René Lacoste, che disegnò il modello che da lui prese il nome. Questa t-shirt riprese il design della stessa maglia indossata dai giocatori di polo e venne chiamata jersey petit piqué dal suo inventore. Sfoggiata da Lacoste sul campo da tennis per la prima volta, divenne ben presto un capo di stile. Questa idea si diffuse velocemente perché, a partire dall'anno successivo, Lacoste applicò sulle polo il disegno di un piccolo coccodrillo. Una volta ritiratosi, il tennista iniziò a commercializzare le sue creazioni insieme ad André Gillier. L'azienda fondata prese il nome di Chemise Lacoste e il piccolo alligatore cucito sulle polo divenne il suo logo.

La polo al giorno d'oggi

Al giorno d'oggi le polo rappresentano un indumento adatto per situazioni non formali ma in cui non è possibile optare per un look casual. Infatti coniugano la praticità delle t-shirt con l'allure elegante della chiusura a bottoni. Estremamente versatili, si abbinano a qualunque indumento, anche se l'accostamento privilegiato è costituito dai pantaloni in tessuto. Possono essere in tinta unita o presentare un bordino a contrasto lungo il colletto e l'orlo delle maniche . A volte i modelli hanno un taschino laterale sul petto. Possono essere in fibre sintetiche o in maglina con lavorazione a piqué di cotone .

Lascia un commento
Categorie