Cambia paese
Cerca
Filters

Nodo alla cravatta, i 5 più eleganti

Nodo alla cravatta, i 5 più eleganti

I nodi alla cravatta

Per far risaltare al meglio le caratteristiche di una cravatta è bene annodarla in maniera elegante. Infatti non tutti i nodi hanno lo steso effetto o si adattano al tipo di accessorio o di camicia indossato perché ne esistono centinaia di varianti. Il nodo doppio rappresenta un’evoluzione della soluzione più semplice. Si caratterizza per il fatto che è necessario ruotare per due volte la gamba sulla gambetta. Proprio per questo motivo è molto più elegante rispetto alla forma originaria. Comunque non è consigliato nelle occasioni formali, ma è adatto alla quotidianità. Di conseguenza è abbinabile a qualsiasi camicia.

Il nodo Windsor e mezzo Windsor

Il nodo Windsor deriva il nome dal fatto di essere stata la soluzione preferita da Edoardo di Windsor (Edoardo VIII del Regno Unito). Si caratterizza per essere adatto a occasioni speciali e importanti perché estremamente elegante grazie al suo design simile a un simmetrico triangolo. Se si opta per questo nodo, lo si deve eseguire in maniera impeccabile, quindi occorre prestarvi un po’ di tempo. Deve nascondere l'ultimo bottone della camicia e perciò è collocato al centro del collo. Non si devono usare cravatte spesse. L'accostamento migliore è con le camicie Windsor o Italiano Standard, cioè a collo aperto. Una sua variante è il nodo mezzo Windsor. Anche in questo caso è una soluzione molto elegante e formale, ma la sua esecuzione risulta essere più semplice. Al tempo stesso è meno imponente, quindi viene adottato anche dai giovani nelle occasioni formali. Il nodo ha una forma a triangolo simmetrico rovesciato che copre l'ultimo bottone della camicia. Si usa con le cravatte di ridotto spessore e fini. Può essere abbinato sia alle camicie Windsor che a quelle con collo classico.

Altre soluzioni eleganti

Tra i nodi eleganti più semplici si ricorda quello piccolo. Viene apprezzato per le sue ridotte dimensioni, che lo rendono molto diffuso e versatile. Infatti a differenza degli altri nodi esaminati, può essere usato anche per le cravatte grandi e con un elevato spessore. Infine il nodo St. Andrew si caratterizza per essere molto complicato; anche per questo motivo non è molto diffuso. Adatto agli ambienti più formali, si caratterizza per il fatto che la cravatta sporge leggermente prima di ricadere sul petto. A causa di questa peculiarità si deve indossare la cravatta mantenendo con le cuciture verso l'alto (cioè al contrario). Il nodo St. Andrew si abbina alle camicie a collo aperto e viene consigliato per i modelli di ridotto spessore e grandezza.

Lascia un commento
Categorie