Cambia paese
Close
Non ci sono articoli nel tuo carrello
Cerca
Filters

Perché Sanremo è Sanremo?

Perché Sanremo è Sanremo?

Sanremo, il Festival della Canzone Italiana, ha sempre rappresentato un punto di riferimento per il mondo della moda e del fashion style. Un tempo le ragazze aspettavano la puntata del Festival per ammirare gli abiti dei cantanti che erano portavoce dell'ultimo grido della moda. Sicuramente è l'occasione per poter sfoggiare look eleganti e formali. Uomini e donne che assistono allo spettacolo riescono a brillare come i cantanti in gara.

Sanremo: il Festival della Canzone Italiana e non solo
Il Festival di Sanremo oltre ad essere un evento musicale è anche un tradizionale appuntamento mondano. La manifestazione canora è nata quasi in sordina. Il fine era quello di creare un evento che attirasse afflusso di visitatori sulla riviera ligure durante la stagione invernale. Era il 29 gennaio 1951 quando si tenne la prima edizione. In realtà, i cantanti in gara erano solo 3. Nilla Pizzi, il Duo Fasano e Achille Togliani si alternarono sul palco del Casinò Municipale di Sanremo cantando 20 brani inediti. Vinse Nilla Pizzi con la canzone "Grazie dei Fiori" esibendosi davanti ad un pubblico, seduto ai tavoli, intento a mangiare: non c'era una vera e propria platea. Il dress code di quegli anni sicuramente faceva centro. Gli uomini non mancavano mai di indossare giacca cravatta. La camicia bianca, ieri come oggi, era un elemento distintivo dell'eleganza dell'epoca. Le donne in abito lungo erano perfettamente in linea con il contesto. Col passare del tempo la manifestazione di Sanremo assunse sempre maggiore rilievo cambiando location e diventando una tradizione da rispettare. L'avvento della TV e del boom economico contribuì alla sua popolarità come "evento italiano da non perdere". Nei decenni successivi Sanremo ha mutato veste diventando un fenomeno mediatico attraverso il quale i cantanti esprimevano le proprie ideologie in un'Italia che stava cambiando. Negli anni '60 subentrò una generazione di cantanti che rivendicava nuove regole, non solo nella nazione, ma anche a Sanremo. Furono gli anni in cui cantanti come Mina, Celentano, Little e Lucio Dalla entrarono nel mito. Attraverso Sanremo si assiste ad un'Italia che cambia e si evolve. La modernità comincia a trapelare anche nel modo di vestire, uscendo dalla formalità. Negli anni '80 furono introdotti gli ospiti stranieri. I momenti di satira politica e sociale finirono per offuscare l'immagine del festival facendolo diventare motivo di polemica nazionale.



Perché Sanremo è Sanremo

Questo è lo slogan lanciato per promuovere il festival e per sottolineare che, nonostante tutto, lo spettacolo va avanti con il suo tradizionale appuntamento. Per il 2020 le date sono da martedi 4 febbraio a sabato 8 febbraio. Se volete partecipare, non mancate di vestire bene e secondo il tradizionale dress code. La camicia bianca perfettamente stirata non deve mancare sotto l'abito scuro. La cravatta deve essere elemento distintivo di tutto l'outfit. Attenzione alle scarpe: niente contrasti di stile. L'eleganza non scende a compromessi! Un salto nel negozio Camicissima potrebbe darvi l'idea giusta.

Lascia un commento
Categorie